Pubblicato in: religione

Alla ricerca della pace perduta.

1985 Exercise Canadian Army Trophy, Germany Neg: 11364/24a

È incredibile pensare a quanti passi da gigante ha fatto la scienza migliorando le condizioni della vita umana e allo stesso tempo quanti conflitti mondiali ancora esistono, ma sopratutto quanta confusione morale aleggia ancora nel mondo.

Il progresso scientifico è riuscito a donarci una vita “comoda”, ma quanto ha chiesto in cambio al nostro essere umani?

Che senso ha insegnare la storia alle nuove generazioni se poi si commettono le stesse azioni in un ciclo continuo di errori? Non si pensa mai al futuro delle nostre azioni, si pensa amaramente al passato che queste azioni hanno causato. Se ci pensate, dopo i conflitti delle guerre mondiali, non si era detto “ora si inseguirà la pace mondiale?”. Si era creata la Lega delle Nazioni e poi le Nazioni Unite ma tutti i buoni propositi, come si sa, sono effimeri se non si ha la convinzione di poterli attuare.

Ma l’incredibile è che stiamo parlando della nostra felicità. Come è possibile che ancora non ci si renda conto che la guerra non è una soluzione?

Penso che ognuno di noi abbia un ruolo importante sulla storia che stiamo vivendo, la pace, questa chimera sulla bocca di tutti ma non sulle nostre azioni, dipende dallo sviluppo morale e spirituale delle persone. Siamo noi che decidiamo di assumere le nostre responsabilità verso la pace.

Ma come si può credere di realizzare una convivenza pacifica nel mondo se nelle stesse famiglie, che sono il nucleo naturale e fondamentale della società, spesso ci sono conflitti, così aspri che portano alla stessa distruzione della famiglia?

Penso che prima di poter realizzare la pace nel mondo si debba pensare alla pace individuale, e poi come macchia d’olio, questa pace in noi stessi, si amplierà coprendo la famiglia, la società e infine l’intero mondo.

Ma che belle parole che ho scritto. Ma nella realtà, cosa ci rende in pace con noi stessi?

Se pensiamo a due innamorati troviamo la risposta.

Per prima cosa vediamo che sono in pace perché si amano e questo amore, che li coinvolge, fa si che ricerchino una continua unione, come fossero due calamite che non vogliono in nessun modo allontanarsi.

Perciò mi viene naturale pensare che se quando si è innamorati si riesce a stare, non solo in pace con l’altra persona ma addirittura si ricerca la sua compagnia, allora per realizzare la pace universale bisogna tutti noi ricercare l’amore, unico requisito che ci permette di essere uniti.

Però stiamo parlando di una pace universale e questo implica che bisogna cercare un amore universale, un amore assoluto.

Un’amore assoluto lo possiamo solo comprendere in un essere assoluto che per forza di cose ci spinge alla ricerca della conoscenza di Dio.

Penso che quando una singola persona viva in sé questo amore assoluto, possa finalmente sperimentare la sua vera identità, pensate a un coppia innamorata inserita in un contesto assoluto. È questa la nostra realtà, lo dimostra la storia che viviamo e costruiamo ogni giorno.

Quando gli individui della famiglia sperimentano e praticano l’amore assoluto, l’unità di questa, sarà completa e questo comporterà una felicità piena, armoniosa e sopratutto pacifica.

Di conseguenza, come macchia d’olio, una società formata da questo tipo di famiglie sarà a sua volta una società pacifica, unità e solidale. E così la nazione e via via tutto il mondo raggiungerà la tanta agognata pace.

Semplice no?

Apprendiamo così che tutto il mondo necessita dell’amore di Dio per raggiungere e mantenere la pace. È l’unica via possibile per far leggere, alle generazioni che verranno, una nuovo capitolo sulla storia del mondo.

© 2016 Paolo Bua Corona

Autore:

Mi ritengo un sarto musicofilo scrittore ma nella realtà mi diletto con ago e filo, strimpello il basso elettrico e scrivo di tutto ciò che la fantasia mi suggerisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...