Pubblicato in: La mia città: Belluno!

Belluno e le sue opportunità.

Belluno, piazza dei Martiri
Piazza dei Martiri, Belluno foto presa dal sito http://www.enzobarnaba.it/

Siamo in un territorio di montagna noi Bellunesi, non che questo ci dispiaccia, a dir la verità siamo privilegiati rispetto alla pianura; a noi basta alzare lo sguardo per trovare conforto dalle nostre belle montagne. È come se la natura volesse abbracciarci e con il canto del vento, rassicurarci.

Purtroppo sento spesso di giovani che non apprezzano la nostra città e gli argomenti sono sempre gli stessi. Cercano di scappare in altri luoghi nel trovare risposte al loro futuro, come dargli torto? Se si ha un problema è giusto cercare di risolverlo e se la soluzione non si trova nel posto dove si vive è giusto cercare altrove.

Ma questi giovani fanno parte di una famiglia molto più estesa del nucleo di origine; questi giovani sono il motore del nostro futuro, della nostra sopravvivenza come territorio di montagna

Provate a immaginare come sarebbe se si riuscisse a promuovere un cambiamento culturale dove il lavoro venisse visto come una opportunità di crescita e non un mezzo di sopravvivenza, dove nel nostro territorio la famiglia venisse considerata come un benessere da sostenere e non un disagio.

Cosa succederebbe se tutte le politiche fossero lette in maniera familiare?

Ci sono delle agevolazioni nella provincia di Belluno che sostengono le famiglie con figli ed è lodevole questo, ma se ci fosse proprio un cambiamento culturale dove il nostro territorio promuovesse servizi atti a riconoscere la famiglia come principale risorsa della nostra società, investendo non nel bisogno specifico ma in un contesto dove il bambino venisse visto come la risorsa più preziosa, forse i giovani non cercherebbero quelle risposte altrove.

È una questione di mentalità, bisognerebbe secondo il mio parere, cambiare completamente il modo di pensare e di agire verso la famiglia, nucleo principale di ogni società.

Provate a immaginare, per esempio, il nostro territorio che cercasse di individuare tutte quelle iniziative per migliorare le possibilità di conciliazione tra famiglia e lavoro, non sarebbe già un inizio? Ebbene preparatevi perché in realtà qualcosa si sta muovendo!

Il 19 maggio la Regione Veneto ha accolto con favore il Family Audit che valuterà una strategia per trovare le soluzioni più idonee sia per l’azienda che per i lavoratori e le loro famiglie. È un buon passo avanti se riuscirà a creare un nuovo modo di pensare, non trovate?

Belluno potrebbe essere ancor più, la città splendente di nome e di fatto… speron!

© 2017 Paolo Bua Corona

Autore:

Mi ritengo un sarto musicofilo scrittore ma nella realtà mi diletto con ago e filo, strimpello il basso elettrico e scrivo di tutto ciò che la fantasia mi suggerisce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...