Pubblicato in: Non sono solo zanzare!, scrittura creativa

Un aiuto dall’inferno.

Alexsej Ravski, Non sono solo zanzare!
Alexsej Ravski artista russo foto presa dal sito http://www.temperamente.it/

Ben ritrovati alla settima puntata di scrittura creativa dove vi mostro nella pratica come ho scritto il mio libro “Non sono solo zanzare!”

Bene, ormai la storia aveva preso una buona forma, potevo incominciare a riordinare le idee e incominciare a buttare giù la prima bozza.

Prendo la biro in mano, quadernino delle idee e… mi fermo! Chi diavolo racconterà la mia storia? Ma porca la miseria non ci avevo pensato… chi doveva essere il narratore?

Vi ricordate questo articolo e quest’altro dove vi mostravo i vari tipi di narratori che raccontano la storia allo spettatore, vero? Ecco bastava averli scritti prima e questo dubbio non mi veniva.

Penso e ripenso: faccio in modo che sia una terza figura impersonale che parla? O faccio in modo di raccontare il tutto dal punto di vista delle protagoniste?

Provo ad abbozzare qualche frase poi arriva una folata di vento così forte da gettare per terra la mia pila di libri che stavano su per miracolo. Sì, lo so, lo dice anche mia moglie che sono disordinato. Ma che volete farci io quando scrivo ho questo difetto, comincio a consultare tutti i libri che ho letto per trovare spunti e capire come sono riusciti i grandi maestri a descrivere certe immagini o suscitare certe emozioni con l’uso delle parole. E così prendi quel tomo, prendi quell’altro, diamo una letta a quest’altro… pian piano mi si forma una torre di Pisa che, nel momento che i maestri della letteratura decidono che è l’ora di smettere di scrivere, automaticamente mi caracolla per tutta la stanza.

Ecco quel giorno una folata di vento fece in modo che la famosa torre pisana collassasse senza aver raggiunto la sua altezza e sopratutto la sua famosa inclinazione. “Ahi Pisa vituperio delle genti!Ai miei piedi mi capitò l’Inferno del Sommo Poeta. (non sto parlando di Dan Brown, mi raccomando eh? Ndr.)

Ecco chi avrebbe narrato la storia … il sottoscritto! E magari la parte di Virgilio l’avrebbe fatta l’altro protagonista della trama: la zanzara.

Lo so, anche io ho pensato al povero Dante che si rigirava nella tomba, ma alla fine credo che il Sommo Poeta si sarebbe anche divertito all’idea di un Virgilio con becco e alette.

Ecco che era pronta la mia pungente commedia, ora bastava scriverla…

Trovate qui il mio libro in promozione

© 2017 Paolo Bua Corona

Autore:

Mi ritengo un sarto musicofilo scrittore ma nella realtà mi diletto con ago e filo, strimpello il basso elettrico e scrivo di tutto ciò che la fantasia mi suggerisce.

Un pensiero riguardo “Un aiuto dall’inferno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...