Pubblicato in: scrittura creativa

Creiamo i personaggi! Parte prima.

bernini

(David, Bernini)

Ben ritrovati, allora come vi sembrano questi suggerimenti per divertirsi con le parole, ne trovate giovamento?

Oggi vediamo come creare i nostri personaggi in modo che risultino autentici. Cosa intendo per autentico?

Intendo un personaggio che vive di vita propria! Come il David qua sopra 🙂

Ricordate, più riuscirete a creare un personaggio con un certo spessore, più il lettore riuscirà ad immedesimarsi in questo e a far parte della trama leggendo il libro.

Del resto il compito dello scrittore è far vivere in prima persona un’avventura meravigliosa al nostro caro lettore, se il personaggio vale vi garantisco che siete a metà dell’opera!

Per prendere spunto un idea molto valida è passeggiare dove ci sono persone come vi dissi tempo fa nella terza lezione, vi ricordate? Imparare ad osservare.

Vi ricordate vi esortavo a guardare le persone che passeggiavano, cercando di immaginare le loro emozioni, i loro comportamenti, i loro modi di camminare ecc ecc. Questo è un buon inizio per creare il nostro personaggio autentico.

Seconda cosa importante ricordatevi che serve l’obiettivo valido che il nostro personaggio vuole realizzare. Non mi soffermo troppo su questo, ne abbiamo già parlato e se non vi ricordate rileggetevi gli altri articoli, cari miei non posso mica scrivere sempre le stesse cose, nevvero?

Ecco una nuova regola fondamentale: la coerenza!

Il nostro personaggio deve assolutamente essere coerente! Deve attenersi come nella vita a delle regole che permettono di costruire l’identità della persona!

Se il nostro personaggio è un vigliacco sarà impossibile che faccia atti di coraggio non trovate? O se create un personaggio diabolicamente cattivo come potrà compiere gesti eroici?

No, no non ci siamo un personaggio autentico ha una sua identità ben salda e si deve comportare di conseguenza! Anche perché il lettore che si immedesima nella storia si sentirebbe raggirato ad un cambiamento così repentino del personaggio in questione.

Perciò attenti alla coerenza!

Quando avete un po’ chiaro i personaggi che entreranno nella vostra trama incomincia un lavoro di conoscenza e amicizia di questi.

Io di solito mentre passeggio tra le mie montagne, mi trovo a interpretare i miei vari personaggi. Cosa penserebbe il protagonista davanti al panorama che si vede dalla cima del monte Serva? E l’antagonista? E il personaggio secondario? E …

Prima di scrivere vivete un po’ di tempo nei panni dei vostri personaggi, dategli anima, pensieri, dolori e gioie. Come si veste? Come cammina? Come affronta la difficoltà, la fatica? A volte mia moglie mi vede fare monologhi e all’inizio vi confesso mi prendeva per un matto, ora convive tranquillamente con la mia pazzia, per fortuna! Monologhi si che nella nostra testa sono dialoghi tra noi e i nostri personaggi!

Questo è un ottimo modo per creare un personaggio autentico!

Provate non ve ne pentirete e… buon divertimento!

© 2017 Paolo Bua Corona

Autore:

Mi ritengo un sarto musicofilo scrittore ma nella realtà mi diletto con ago e filo, strimpello il basso elettrico e scrivo di tutto ciò che la fantasia mi suggerisce.

Rispondi