Pubblicato in: Non sono solo zanzare!, scrittura creativa

Il segreto: la trama!

groviglio-giovanni-marino
foto presa dal sito fineartamerica.com/profiles/giovanni-marino.html Opera di Giovanni Marino: Groviglio.

Ben ritrovati amici miei, dunque rientriamo nei meandri oscuri della mente dell’autore, scoprendo insieme come è nata e si è realizzata l’opera “Non sono solo zanzare!”

Bell’inizio ad effetto no?

Dunque il giorno dopo che avevo formulato una serie di idee stupefacenti mi siedo alla mia scrivania con carta e penna in mano e incomincio a sbrogliare la matassa.

Come avete già letto nelle puntate precedenti, l’importante dopo aver analizzato il messaggio è studiare una buona trama.https://paolobuacorona.com/2017/02/01/lavori-in-corso/

Le idee vanno bene fino a un certo punto, il lavoro duro arriva quando bisogna creare la storia … ecco il segreto!

E ora vi mostro questo lavoro.

Ho preso foglio e matita, con tanta calma ho cercato di analizzare bene tutte le idee. Da una parte avevo la natura, dall’altra l’uomo. Ho pensato che la zanzara può essere vista metaforicamente come un personaggio fastidioso… quanti di voi non hanno una persona fastidiosa che gli ronza attorno? Vi siete mai posti la domanda del perché vi reca tutto questo fastidio? Qual è il motivo che spinge una persona ad essere così molesta?

Credo che se noi guardassimo in profondità, cercando di capire i motivi che spingono una persona a comportarsi in questo modo con noi, forse scopriremmo quali sono le sue difficoltà nell’approcciarsi con noi.

Provate a immaginare che orizzonti si aprirebbero se al posto di fissarci solo sulla punta dell’iceberg provassimo a guardare sotto la superficie.

Ecco, le zanzare avevano questo obiettivo nella mia trama. Dovevo fare in modo di creare un mondo dove la natura molesta di questi insetti, visti da un altro punto di vista, mostrasse un regno magico. Per fare questo dovevo io, essere umano, entrare in contatto con loro e avere una buona disponibilità nei loro confronti.

Ma come sapete ci vuole sempre un ostacolo per far funzionare tutta il marchingegno della trama. L’ostacolo, pensandoci, poteva essere il mio modo di vedere in superficie le cose. Ho immaginato dunque queste zanzare che mostrano sotto la loro superficie molesta il segreto di un mondo fantastico dove nella realtà aiutano l’uomo a non scomparire dalla terra con i suoi sbagli!

Wow, stava nascendo qualcosa di magico!

Ma dove ambientare tutto questo magico mondo? In un sogno? In una realtà alternativa? Mentre cercavo e ricercavo un ambiente consono per la mia trama… alzo gli occhi verso i monti…

©2017 Paolo Bua Corona

P.s. se volete acquistare il libro lo trovate qui affrettatevi che è in promozione!

https://www.ibs.it/non-sono-solo-zanzare-libro-paolo-bua-corona/e/9788899739102#

Autore:

Mi ritengo un sarto musicofilo scrittore ma nella realtà mi diletto con ago e filo, strimpello il basso elettrico e scrivo di tutto ciò che la fantasia mi suggerisce.

Rispondi